Milano, 22 ottobre 2015

Win for Life Classico: ecco la testimonianza e le emozioni di "Anna" la vincitrice del 418 vitalizio da 3.000 euro al mese per 20 anni assegnato a Piombino (LI) il 6 ottobre 2015

"Aiuterò le mie figlie e non solo... chi l'ha detto che le persone non più giovani non possono avere sogni?"

Si è presentata oggi per l'incasso negli uffici Sisal di Roma, Anna (nome di fantasia), vincitrice della 418° rendita Win for Life, realizzata il 6 ottobre scorso durante il concorso N°4732 delle ore 12.00 presso il punto vendita Sisal Tabaccheria Profeti, situato in Piazza Berlinguer, 9 a Piombino (LI). 


Ancora commossa dalla gioia, la vincitrice, ormai in pensione e con un trascorso di scrittrice, ci racconta la sua storia, un destino casuale e semplice, come i suoi gesti quotidiani.
"Insieme a mio marito, tre volte alla settimana e sempre alla stessa ora, ci rechiamo al bar a giocare a Win for Life" - spiega Anna - "La vita delle persone anziane è fatta di piccole cose e impegni. Basta sapere che ti manca il latte per programmare la giornata e, allo stesso tempo, il rigore di rispettare un appuntamento ci consente di uscire, di fare quattro chiacchere e di incontrare gente". Anna, inoltre, spera davvero di vincere una rendita perché si sente giovane e ancora desiderosa di realizzare tanti sogni, tutti quelli che nella vita non è riuscita a concretizzare. E, ancora, vuole aiutare le figlie e condividere con loro la gioia della loro serenità per i prossimi anni. "Alla nostra età, non possiamo più fare molto per aiutare i nostri figli ormai adulti. Possiamo solo condividere la vita che hanno costruito o aiutarli a costruirla in modo migliore".


E così Anna, che nella vita ha scritto sempre poesie e a cui piace fantasticare, decide di scegliere i numeri in base all'ispirazione del momento. "Ho scelto i numeri per simpatia" ¿ dichiara "quelli che mi piacevano di più". Poi continua le sue faccende, come sempre. Va dal parrucchiere e torna a casa. E' il marito, con cui è sposata da 52 anni e che è solito controllare i numeri su Televideo a darle la lieta notizia. La donna sembra incredula, aveva desiderato tanto vincere ma allo stesso tempo la convinzione più forte che aveva è che giocava più per il piacere del passatempo che per la necessità dei soldi. 

"Quando ti capita di essere tu il vincitore - e non solo di immaginare la vincita -  sei impreparata alle emozioni che si possono provare. Sono emozioni positive, la vita ti scorre davanti come in un film ed è solo a quel punto che ti convinci che la fortuna ha riposto il denaro in buone mani. Quando scopri di aver vinto, non sei neppure sicura di aver giocato quei numeri casuali, non sai neppure se quelli che leggi sono davvero i numeri che hai giocato". Per questa ragione, la vincitrice confessa di aver fissato i numeri sullo schermo per almeno mezz'ora idealmente aspettando una conferma, come una voce che pronunciasse il suo nome a sancire che era proprio lei la vincitrice. 
Ora Anna ha davvero realizzato che la rendita le assicurerà 3.000 euro al mese per 20 anni. Mai come oggi ha capito che la vita le sorride. "Pensare alla vecchiaia con la serenità economica, ti fa sentire giovane" ¿ ha dichiarato Anna. 


E noi crediamo che lei, con il suo spirito combattivo e ilare, lo sia stata anche prima. Solo che oggi, più che mai, la sua gioia è incontenibile e il viso più rilassato e sorridente.

< Torna agli articoli